Il matrimonio improvvisato

No Comments

Una coppia di amici mi ha raggiunta direttamente alla radio per annunciare il loro matrimonio, che si sarebbe svolto la sera stessa in maniera informale, solo con qualche amico e parente stretto. Nonostante la mia felicità, avevo pochissime ore per preparami e comprare un regalo: sono corsa al centro commerciale ed ho optato per l’acquisto di [SEGNALIBRO] da impacchettare e mettere subito in macchina. Subito dopo sono andata dal mio parrucchiere di fiducia pregando che mi potesse fare una piega, manicure e pedicure nel giro di pochissimo vista l’urgenza dell’evento.

Arrivata a casa ben pettinata e con unghie strepitose, mancava solamente il trucco e il vestito, ma il mio preferito era in tintoria così da dover ripiegare su un tubino nero classico con giacca corta bianca, esattamente come le scarpe a punta che avrei indossato. In totale ritardo, una volta arrivata al comune mi trovo davanti ad un gruppo di amici e parenti vestiti in maniera semplice – come se fossero usciti di casa a buttare la spazzatura – che mi fissavano come se io arrivassi direttamente dal Royal Wedding di Henry e Meghan (ero più elegante anche della sposa).

Una cerimonia semplice, intima molto raccolta e romantica, accompagnata da un brindisi e da un pezzo di torta fragole e panna montata; i confetti bianchi sono stati distribuiti direttamente dallo sposo, con un piccolo ciondolo a forma di cuore e le loro iniziali incise sopra e un bigliettino per il ricordo dell’evento. In sole due ore eravamo già tutti a casa rendendomi conto di aver speso molto di più per capelli ed unghie che per il regalo – per fortuna molto gradito.

Una volta tornata a casa ho ricevuto un messaggio su Whatsapp di ringraziamento alla partecipazione e i complimenti per l’outfit indossato, proclamandomi la più elegante e ricercata dell’evento appena concluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *