La proposta di lavoro

No Comments

Ero al centro commerciale alla ricerca affannata di un set di sedie trasparenti di design, quando mi arriva una mail da parte di una Radio molto famosa – con sede a Roma – che chiedeva la mia disponibilità per un colloquio di lavoro, immediato.

La mia sorpresa superava l’ansia, per poi essere superata dalla paura e dalla sensazione di inadeguatezza assoluta: nonostante tutti questi sentimenti ho risposto alla mail confermando la mia presenza per poi tornare a casa e preparami tranquillamente. Il mio arrivo è stato con venti minuti di anticipo e un’attesa lunga all’interno di una stanza fredda e poco accogliente; una volta arrivato il mio turno mi viene presentato il direttore, l’assistente e il vice direttore che mi raccontano di quanto piaccia loro la mia voce e il programma radiofonico che conduco, facendomi una proposta allettante sia in termini di lavoro che di remunerazione.

La felicità era alle stelle anche se lasciare la radio che mi aveva cresciuta, sembrava essere un gesto poco carino ed educato: avevo solo due giorni per accettare oppure rifiutare. Ho calcolato tutti i pro e tutti i contro di questo cambiamento, mettendo in conto anche i soldi che avrei guadagnato e la fama che avrei raggiunto in pochissimo tempo, con mia somma soddisfazione e continuazione di carriera.

Attimi di riflessione, sensi di colpa con voglia di fare qualcosa per se stesse senza pensare sempre agli altri, per questo motivo ho deciso di accettare il nuovo lavoro e buttarmi in questa nuova esperienza. Le nuove occasioni vanno sempre prese al volo, perchè il treno passa una sola volta e non si ferma più alla stazione successiva: dirlo al direttore e ai colleghi non è stato facilissimo ma credo abbiano compreso il mio stato d’animo, la mia voglia di crescita e il bisogno di credere in me stessa, seppurr con tanta paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *